Psicoterapia ansia generalizzata Eur

Terapia e rimedi per disturbo d'ansia generalizzata

L’elemento essenziale del disturbo d’ansia generalizzato in età evolutiva è la presenza di uno stato di ansia eccessiva e di preoccupazione irrealistica, la sindrome ansiosa generalizzata ha carattere pervasivo e non è possibile collegarla a particolari stimoli ambientali. Alcuni eventi specifici possono esacerbare l’ansia del bambino (ad esempio alcuni impegni scolastici o particolari eventi sociali), ma anche in assenza di tali avvenimenti si sarebbe verificato uno stato di ansia. Spesso si hanno concomitanti manifestazioni somatiche (dolori o malesseri di vario tipo) e un’esagerata attenzione verso alcune caratteristiche personali. Il bambino manifesta un’eccessiva tensione, si preoccupa costantemente riguardo al suo comportamento e richiede continue rassicurazioni. Le preoccupazioni del bambino possono riferirsi a eventi futuri, quali una verifica scolastica o una visita medica, oppure eventi già verificatisi, come una gara sportiva, un’interrogazione in classe o un’interazione con amici, situazioni nelle quali può essere messa in dubbio l’adeguatezza del loro comportamento.

Nonostante possa esserci consapevolezza dell’eccessività delle loro preoccupazioni rispetto alle diverse situazioni, bambini e ragazzi, sentono di non essere in grado di avere un controllo su esse. A differenza delle normali preoccupazioni, o paure vissute durante l’infanzia, il disturbo persiste per almeno sei mesi e causa una compromissione significativa in ambito sociale, scolastico e familiare.

 

I sintomi associati all’ansia in età evolutiva sono molto simili a quelli riscontabili negli adulti. Possiamo distinguere tra sintomi fisiologici, cognitivi e comportamentali.

Sintomi fisiologici:

  • Sudorazione
  • Rossore nel viso
  • Tensione addominale
  • Tremori agli arti
  • Tachicardia
  • Disturbi gastro intestinali

 

Sintomi comportamentali

  • Evita di svolgere compiti ed esercizi per paura di sbagliare.
  • Cancella di frequente o strappa le pagine durante lo svolgimento di esercizi o mentre disegna.
  • Lamenta frequentemente mal di testa o mal di stomaco durante le lezioni.
  • Durante le attività motorie o sportive rimane in disparte a osservare gli altri per paura di non riuscire.
  • Chiede in modo ripetitivo informazioni e chiarimenti su eventi futuri fino a infastidire l’adulto.
  • Evita di farsi notare.

 

Sintomi cognitivi

  • Tende a distorcere, a esagerare l’importanza di certi eventi.
  • Ingigantisce in modo catastrofico la gravità dei suoi malesseri
  • Considera ogni minimo errore come un fallimento totale
  • Ritiene che se fallisce in un’attività scolastica o sportiva non riuscirà mai.
  • Pensa che, se sbaglia qualcosa, lo noteranno tutti.
  • Ritiene orribile, insopportabile fare brutta figura. 

     

Il trattamento

Il trattamento più efficace per il disturbo d’ansia generalizzata è la terapia cognitivo-comportamentale; durante la terapia la collaborazione attiva dei genitori è di primaria importanza, consiglio della psicoterapeuta Lenoci la quale opera nel suo studio a Roma zona Eur. La terapia con i bambini si avvale di diversi strumenti che una volta appresi e utilizzati con regolarità favoriscono il superamento del disturbo d’ansia generalizzata ed evitano che si ripresenti in futuro. 

 

Strumenti che permettono di superare l’ansia generalizzata:

  • L’individuazione e la modificazione dei pensieri disfunzionali. Ai piccoli si insegna ad individuare i pensieri disfunzionali legati agli accadimenti temuti; solo dopo gli si insegnerà a verificare le situazioni con maggiore obiettività, in maniera tale da poterle risolvere con pensieri più idonei.
  • L’esposizione. Rappresentata dall’esigenza di provare pian piano ad affrontare le situazioni temute. L’esposizione a tali situazioni, permetterà al piccolo paziente, di stabilire che queste non determinano un reale pericolo, imparando inoltre che affrontare e gestire l’ansia è possibile. 
  • Il rinforzo. Ogni comportamento positivo del bambino verrà premiato e rinforzato.
  • Il modellamento. Si fonda sull’utilizzo dell’adulto come modello funzionale di comportamento nell’affrontare le situazioni temute.
  • Le tecniche di rilassamento. Rilassamento muscolare progressivo, il training autogeno e il rilassamento per immagini.
  • La costruzione della resilienza. Si insegna ai bambini che pur non potendo controllare gli eventi, è però possibile modificare l’impatto che essi hanno su di loro.
  • Il parent training. È la figura del terapeuta ad insegnare a papà e mamma come rispondere ai comportamenti dei bambini, in maniera tale da non rafforzare le loro paure e conseguentemente il disturbo.

Ansia generalizzata

Richiedi informazioni

Accetto le regole sulla Privacy

Accetta   Rifiuta 

calendar

Psicoterapeuta Maria Teresa Lenoci

Roma - Eur Laurentina Montagnola - Via Laurentina, 203

Lunedi 15:00 – 22:00

Martedì 15:00 – 22:00

Mercoledì 15:00 – 22:00

Giovedì 15:00 – 22:00

Venerdi 15:00 – 22:00

Sabato su appuntamento

Roma - Viale di Valfiorita

Lunedi - Martedì - Mercoledì - Giovedi - Venerdi: su appuntamento

Martina Franca (TA) - Via Sallustio, 20, 74015 Martina Franca TA

Sabato due volte al mese

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.